Quando si ha l’obbligo della verifica dell’idoneità tecnico professionale

Il comma 9 dell’art. 90 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i., nel seguito D.Lgs. n. 81/2008, prevede che i committenti (sia pubblici che privati) eseguano la verifica dell’idoneità tecnico professionale e regolarità contributiva delle imprese affidatarie ed esecutrici nonché dei lavoratori autonomi. Inoltre l’allegato XVII definisce nel dettaglio la metodologia con la quale effettuare la verifica dell’idoneità tecnico professionale delle ditte.

Download “Modello verifica idoneità tecnico professionale e regolarità contributiva” Modello-verifica-idoneità-tecnico-professionale-imprese-e-lavoratori-autonomi.docx – Scaricato 905 volte – 19 KB

Art. 90 comma 9 D.Lgs. 81/2008

Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad un’unica impresa o ad un lavoratore autonomo:

a) verifica dell’idoneità tecnico-professionale delle imprese affidatarie, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi in relazione alle funzioni o ai lavori da affidare, con le modalità di cui all’ALLEGATO XVII. Nei cantieri la cui entità presunta è inferiore a 200 uomini-giorno e i cui lavori non comportano rischi particolari di cui all’allegato XI, il requisito di cui al periodo che precede si considera soddisfatto mediante presentazione da parte delle imprese e dei lavoratori autonomi del certificato di iscrizione alla Camera di commercio, industria e artigianato e del documento unico di regolarità contributiva87, corredato da autocertificazione in ordine al possesso degli altri requisiti previsti dall’ALLEGATO XVII;

b) chiede alle imprese esecutrici una dichiarazione dell’organico medio annuo, distinto per qualifica, corredata dagli estremi delle denunce dei lavoratori effettuate all’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS), all’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro (INAIL) e alle casse edili, nonché una dichiarazione relativa al contratto collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative, applicato ai lavoratori dipendenti. Nei cantieri la cui entità presunta è inferiore a 200 uomini-giorno e i cui lavori non comportano rischi particolari di cui all’ALLEGATO XI, il requisito di cui al periodo che precede si considera soddisfatto mediante presentazione da parte delle imprese del documento unico di regolarità contributiva, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 16-bis, comma 10, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e dell’autocertificazione relativa al contratto collettivo applicato;

c) trasmette all’amministrazione concedente, prima dell’inizio dei lavori oggetto del permesso di costruire o della denuncia di inizio attività, copia della notifica preliminare di cui all’articolo 99, il documento unico di regolarità contributiva delle imprese e dei lavoratori autonomi, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 16-bis, comma 10, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e una dichiarazione attestante l’avvenuta verifica della ulteriore documentazione di cui alle lettere a) e b).

Verifica dell'idoneità tecnico professionale e regolarità contributiva

Nell’effettuare la verifica dell’idoneità tecnico professionale e regolarità contributiva delle ditte dobbiamo distinguere due casi a seconda che l’entità del cantiere sia superiore o inferiore a 200 uomini-giorno o se i lavori comportano rischi particolari.

Cantieri la cui entità presunta è ≥ 200 uomini-giorno e cantieri i cui lavori comportano rischi particolari di cui all’All.XI del D.Lgs. 81.08

Art. riferimentoDocumentazione da presentareImpreseLavoratori autonomi
Allegato XVII pt. 1.aIscrizione CCIAA con oggetto sociale inerente alla tipologia dell’appaltosisi
Articolo 17, comma 1, lettera a); Allegato XVII pt. 1.bDocumento di valutazione dei rischisino
Decreto ministeriale 24 ottobre 2007; Allegato XVII pt. 1.cDocumento unico di regolarità contributivasisi
Art. 14 del D.Lgs. 81/08; Allegato XVII pt. 1.dDichiarazione di non essere oggetto di provvedimenti di sospensione o interdittivisino
Dichiarazione sul contratto collettivo di lavoro applicato ai lavoratori e da cui si evinca l’organico medio annuo distinto per qualifica, corredata dagli estremi delle denunce dei lavoratori effettuate all’INPS, INAIL e CASSA EDILEsino
Allegato XVII pt. 2.bDocumentazione attestante la conformità alle disposizioni del D.Lgs.81/08 di macchine, attrezzature ed opere provvisionalinosi
Allegato XVII pt. 2.cElenco dei dispositivi di protezione individuali in dotazionenosi
Allegato XVII pt. 2.dAttestati inerenti la formazione e certificato di idoneità sanitaria del lavoratore autonomo ove espressamente previsto dal D.Lgs. 81/08nosi

Download “Modello verifica idoneità tecnico professionale e regolarità contributiva” Modello-verifica-idoneità-tecnico-professionale-imprese-e-lavoratori-autonomi.docx – Scaricato 905 volte – 19 KB

Cantieri la cui entità presunta è ≤ 200 uomini-giorno e/o le cui lavorazioni non comportano rischi particolari di cui all’All.XI del D.Lgs. 81.08

La verifica dell’idoneità tecnico professionale in cantieri di modeste dimensioni o che non comportano rischi rilevanti si semplifica di molto prevedendo la possibilità, da parte dei datori di lavoro, di autocertificare il possesso dei requisiti di cui all’All. XVII.

Documentazione da presentare ImpreseImpreseLavoratori autonomi
Certificato iscrizione CCIAA con oggetto sociale inerente alla tipologia dell’appaltosisi
Documento Unico di Regolarità Contributiva di cui al D.M. 24/10/2007sisi
Autocertificazione del datore di lavoro in ordine al possesso dei requisiti di cui all’All. XVII del D.Lgs. 81/08sisi
Autocertificazione sul contratto collettivo di lavoro applicato ai lavoratorisisi

Come indicato al punto c comma 9 art. 90 D.Lgs. 81/20018, il committente deve trasmettere all’amministrazione concedente, prima dell’inizio dei lavori oggetto del permesso di costruire o della denuncia di inizio attività, la seguente documentazione:

  • copia della notifica preliminare (articolo 99 D.Lgs. 81/2008);
  • documento unico di regolarità contributiva delle imprese e dei lavoratori autonomi, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 16-bis, comma 10, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2;
  • dichiarazione attestante l’avvenuta verifica della ulteriore documentazione di cui sopra.

Contattami

Per ricevere un preventivo dei servizi da me offerti o avere maggiori informazioni
riguardo i temi trattati nel presente articolo
scrivi una mail all’indirizzo [email protected] o
telefona al +39 371 161 9088
Categorie: Sicurezza

Salvatore Neglia

Ing. Salvatore Neglia opera nel settore Civile/Ambientale offrendo numerosi servizi sia a privati che aziende e proponendo soluzioni tecnicamente ed economicamente performanti, nonché appositamente studiate per le reali esigenze del committente.

0 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy